LA PRIMA VISITA

1 – Conoscenza e ascolto del paziente



  • raccolta dati anagrafici, presa visione e firma del foglio privacy
  • richiesta motivazioni che vi hanno portato ad iniziare il percorso, obiettivi, la vostra storia del peso e delle diete passate
  • anamnesi personale: stato di salute generale passato e presente, eventuali esami biochimici eseguiti, presenza di patologie accertate, cure farmacologiche, terapie
  • anamnesi familiare per verificare la presenza di patologie ereditarie, sovrappeso o obesità in ambito familiare
  • indagine su abitudini e stile di vita: orari della vostra giornata, ambito lavorativo, sport, fumo, alcool, acqua, qualità del sonno
  • indagine sul abitudini alimentari: i vostri pasti tipo, i vostri gusti a tavola, il vostro rapporto con il cibo e con la cucina

2 – Misurazioni




  • analisi antropometrica, che consiste nella misurazione del peso, dell’altezza e delle circonferenze corporee
  • plicometria per la determinazione della % di massa grassa
  • valutazione bioimpedenziometrica, vale a dire misurazione del metabolismo basale, dell’indice di massa corporea, della massa grassa, della massa magra, dell’acqua intracellulare ed extracellulare, con spiegazione del referto ottenuto

3 – Piano alimentare




  • ruolo della nutrizionista come punto di riferimento per il vostro piano alimentare, per i vostri dubbi, le vostre richieste affinchè sia creato un vero rapporto di fiducia e che il vostro piano sia sempre più consono a voi, alla vostra persona, alla vostra vita
  • il piano alimentare non è mai un qualcosa di statico, ha una dinamica che si modifica durante il vostro percorso in base a quello che è più necessario; diventa parte della vostra vita e, come un vestito, si modella con voi nel tempo
  • fisseremo insieme i controlli in base a quello che è più adatto per voi, più ravvicinati nel tempo o meno solo per vostra scelta e sotto il mio consiglio basato sulla vostra volontà e sulla vostra personalità


I CONTROLLI

  • La visita di controllo ha l’obbiettivo principale di verificare l’andamento del piano alimentare.
    Effettueremo ogni volta le nuove misurazioni, constatando insieme il nuovo peso, i nuovi centimetri e i nuovi cambiamenti di massa, per acquisire consapevolezza del lavoro svolto su voi stessi.
    Cercheremo di capire insieme eventuali errori commessi, magari inconsapevolmente.
  • Insieme valuteremo se si rende necessario modificare il piano alimentare proposto per renderlo il più possibile consono al vostro stile di vita, troveremo spunti nuovi su cui lavorare mese per mese.
    Durante la visita di controllo ci saranno sempre riferimenti all’educazione alimentare e spesso vi darò suggerimenti e ricette per rendere il piano sempre più completo, vario e appetitoso.
  • E soprattutto, mi raccomando, non abbiate mai paura del giudizio su di voi.
    Un vero professionista non è davanti a voi per giudicarvi, ma per comprendere insieme a voi la strada più indicata per raggiungere gli obiettivi prefissati e perché no, anche la più comoda possibile e la più adatta alle vostre esigenze e alla vostra personalità.

CLICCA E RICHIEDI ORA LA TUA VISITA